BARCODE, Sonia Andresano, doppia installazione video, 2020, AlbumArte

0 Просмотры
Издатель
Nell’ambito delle attività collaterali alla Quadriennale d’Arte 2020

AlbumArte presenta
Sonia Andresano
BARCODE
doppia installazione video site specific

a cura di AlbumArte, Dimora OZ e Analogique

Parte dell’evento collaterale ARKAD Manifesta 13 - Les Parallèles du Sud

Quando all’inizio del mese di febbraio 2020, praticamente l’ultimo mese del mondo di prima, AlbumArte con l’artista Sonia Andresano è stato selezionato per partecipare alla prestigiosa manifestazione internazionale – su invito di un vitale gruppo di curatori e realtà indipendenti che avevano organizzato all’interno di Manifesta 13 Marsiglia un evento parallelo finanziato dall’Italian Council – con l’artista abbiamo ragionato su come poter realizzare il tema proposto. L’immagine a cui ispirarsi era una specie di contenitore a grafia digitale, delimitato da un reticolato che l’avvolgeva completamente e che intendeva rifarsi formalmente a moduli ed elementi architettonici e archetipi presenti in varie parti del sud del mondo, ma che appariva sotto forma di scatola/status/mondo chiusa da sbarre sottili ma fitte. A marzo come sappiamo il mondo è cambiato insieme all’idea che avevamo delle costrizioni e dei confini, stravolgendo anche la percezione del nostro io rispetto all’altro da noi. Quel contenitore, che proponeva il tema al quale riferirsi, era senz’altro qualcosa che conteneva e tratteneva dell’altro. Insieme a Sonia ne abbiamo parlato immaginando di capovolgerne la visione. Dopo aver lasciato sedimentare queste osservazioni Sonia ha realizzato BARCODE. Protagonista di BARCODE è il cancello: separatore temporaneo che delimita e ripara; un insieme di linee verticali, fisiche e immaginarie, che sembrano interrompere un tragitto. Simile a un enorme codice a barre è utile a identificare l’estraneo, seleziona chi può entrare, protegge da un esterno fisico e mentale. Come riflette l’artista: “Vedere attraverso restando in bilico sull’ombra. Soffermarsi sul limite, al lato, sul bordo. In un periodo in cui le nostre vite sono recintate, BARCODE rivolge lo sguardo oltre, invita a superare quei limiti che ci sembrano invalicabili, al di qua e al di là delle transenne. Alcune barriere sono inutili e richiedono tutto il nostro sforzo per superarle, altre le attraversiamo con quel guizzo di adrenalina che rende facile un'impresa rischiosa. Il colore si desatura ma il desiderio di avanzare supera la realtà e racconta il superamento del limite stesso.”
La doppia installazione video che delimita e contamina AlbumArte lungo metà del suo perimetro, su due lati dei suoi confini, si apre e ci apre ad altre infinite possibilità di cui abbiamo tutti, ora più che mai, infinito bisogno.

Partner del progetto: aA29 Project Room, AlbumArte, Analogique, Arteria Mediterranea, Bridge Art_residency, Casa Sponge, Dimora OZ, Dolomiti Contemporanee, Église, Fabula lab/Museo Archeologico Atella, Fourteen ArTellaro, GAD, KAD, KaOZ, Liminaria, MeNO, Museo di Santa Croce a Genova, Oratorio Santa Maria (Selàa), Parco Archeologico di Selinunte, PUSH, RAVE, Rizzuto Gallery, Scuola Popolare Villa Romana, Veniero Project. Media Partner: Artribune.

Un sentito grazie a Simone Cametti, Fabio Caricchia e Luis Do Rosario.

**********************************
MAGGIORI INFORMAZIONI:
MORE INFO:
Категория
Клипы
Комментариев нет.